Archivio di giugno 2013

Jeff Nishinaka, paper sculptor

giovedì 27 giugno 2013

Se pensiamo che un foglio di carta ci serva solo per scrivere o disegnare, c’è  invece qualcuno che dalla carta bianchissima fa nascere fiori, ponti, animali o personaggi come questo:

Jeff Nishinaka (www.jeffnishinaka.com), che vive e lavora a Los Angeles,  ha iniziato la sua trentennale carriera di paper sculptor per caso, come spiega sul suo sito internet: “Mentre studiavo illustrazione presso l’Art Center College  of Design di Pasadena mi fu assegnato il compito di sperimentare per due corsi,  graphic design e disegno di moda, diversi materiali. Uno di questi era la carta. Fu quasi una illuminazione, e iniziai a lavorare con  la carta, sperimentandone diversi tipi a cui davo forma, piegandola. Volevo manipolare la carta nel modo meno invasivo, per preservarne l’integrità. Per me la carta è come una cosa che respira e vive di vita propria. Semplicemente, cerco di reindirizzare  l’energia in qualcosa che sembra animata e viva”.

Jeff Nishinaka, paper sculptor

Jeff Nishinaka is a paper sculptor based in Los Angeles. He met the paper about thirty years ago, as he explained in his internet site www.jeffnishinaka.com: “I have always wanted to be a painter, but while studying illustration at Art Center, I was given assignments in both a graphic designa and fashion drawing class at the same time to experiment in different mediums, one of them being paper. That was my ‘Ah-hal’ moment. I quickly developed a feel for working with paper. From then on, I began experimenting with different papers, finding ways to shape, bend, and round edges on it. I wanted to manipulate paper in the least invasive way, to keep the integrity and feel of it. Paper to me il a living, breathing thing that has a life of it’s own. I just try to redirect that energy into something that feels animated and alive”.

http://www.jeffnishinaka.com

http://www.youtube.com/user/jeffpaperart

 

 

Il mondo del packaging si ritrova nel Club Carta e Cartoni

mercoledì 12 giugno 2013

Quali compiti ha un  packaging in carta, cartone e cartoncino? Protezione del prodotto, attenzione all’ambiente e rispetto del consumatore. Uno scenario che richiede la partecipazione attiva di tutti gli attori: associazioni di categoria, consorzi di consumatori, aziende produttrici e utilizzatrici. Il Club Carta e Cartoni promosso da Comieco – Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica  nasce  con l’obiettivo di essere un luogo di aggregazione e informazione per tutti coloro che sono legati al mondo del packaging in carta e cartone.

Un “cantiere” di idee e condivisione dedicato al mondo e ai professionisti del packaging preferito dagli italiani. Una recente ricerca condotta da AstraRicerche per Comieco ha infatti evidenziato come carta, cartone e cartoncino siano considerati sicuri e affidabili dal 91,8 per cento degli intervistati  e addirittura il 98 per cento lo preferisce per leggerezza, flessibilità e praticità.

Con un imballaggio innovativo e sostenibile si possono risparmiare fino a 981 tonnellate all’anno di rifiuti. Esempi virtuosi di packaging in carta e cartoncino dall’Italia e dal mondo si possono  scoprire sulla pagina Best Pack  con oltre 350 case study di ecoimballaggi, alcuni dei quali ancora in fase di prototipo, che rispondono al principio delle 4R (Riduzione, Riutilizzo, Riciclo, Riprogettazione).

Ancora una volta la carta mostra il suo volto versatile, sostenibile e green!