Archivio di giugno 2009

pubblicità involontaria (e accorata)

lunedì 29 giugno 2009

innamoratofisso.gif

28 giugno 2009

Saggio completo su come superare la crisi dell’editoria (ricetta valida solo per il Foglio). Come gli orologi di plastica Swatch che costavano 30-40 milioni di lire. Adesso c’è Twitter, Second Life, My Space… Anche l’arte moderna ha fatto crack. Il nostro giornale deve abolire il sito e la versione on line. Fare solo il Foglio di carta stampato con caratteri non in stampatello ma in corsivo, il formato deve essere ancora più lungo di un metro e stretto 30 cm. Sarà l’unico quotidiano al mondo senza versione al computer. Subito i 500.000 mormoni di Lake City (Usa) fanno l’abbonamento. Ecco risolta la crisi, chiaramente senza pubblicità (tranne quella delle cartiere Burgo).

di Maurizio Milani

Self promotion

mercoledì 17 giugno 2009

pais.JPG
El País si è lanciato in una campagna promozionale, non tanto di se stesso, ma dell’informazione su stampa (e quindi su carta). Sposando l’idea oramai diffusa che leggere su carta significhi comprendere e non solo essere informati.
Forse non è propriamente così per le generazioni più giovani, e da qui si comprende la scelta del target giovanile usato nella campagna.

El País has launched a promotional campaign, not properly of itself, but in favour of printed media (i.e. on paper). So sharing the common opinion that reading on paper means understanding besides being informed.
This doesn’t mean the same for younger generations; so we can guess the reasons of the selected young target used in the visual.