Archivio di luglio 2008

I segni di Niemeyer_Niemeyer’s Signs

martedì 1 luglio 2008

Ciò che colpisce nella mostra Niemeyer 100 anni è il segno grafico dell’architetto brasiliano.  I suoi disegni, i suoi schizzi, la sua calligrafia trasmettono una forza espressiva incredibile. Stupisce come da una descrizione a tratti – pochissimi tratti –  di sue personalissime visioni, questi  segni si trasformino magicamente in costruzioni ed edifici che ne riflettono la natura onirica e atemporale (non sembrano cattedrali di un futuro immaginario il suo museo  di Brasilia e quello di Niteroi?).

nie_low_lapicco0017.jpg

Le sue linee hanno il potere evocativo di far sì che l’edificio dell’università di Costantina (Algeri)  prenda il volo direttamente sulla carta.

What strikes in Niemeyer a century exhibition is the graphic sign of the Brazilian architect. His drawings, his sketches, his writing  transmit a huge expression force. It is remarkable how thanks to a few stroke description – very few - of his very personal visions, these signs are magically  transformed in buildings reflecting the same oneiric and out-of-time nature (do not the Brasilia and Niteroi museums look like cathedrals of an imaginary future?).nie_blog1.jpg 

His lines can evocatively make Costantina university (Algeri) spread its wings directly on paper.